ASSI Ingegneria

Follow Us!

NUOVO Regolamento Espletamento Esami DICMAPI

Con immensa soddisfazione e dopo un lavoro estenuante, vi comunichiamo i rappresentanti degli studenti del DICMAPI hanno ottenuto un risultato epocale che rappresenta una svolta e che ci auguriamo possa essere  un punto di partenza per la Scuola Politecnica: un NUOVO Regolamento per l’Espletamento degli Esami di Profitto che norma il divieto del “salto di appello”!!

Un’altra grande vittoria ASSI INGEGNERIA!

Di seguito il regolamento sintetizzato in punti, oltre che il file pdf dello stesso:

1. L’esame di profitto ha luogo per ogni insegnamento. Esso deve tenere conto dei risultati conseguiti in eventuali prove di verifica sostenute durante lo svolgimento del corso (prove in itinere).

2. La regolamentazione degli esami di profitto del primo anno di corso, sia per quel che riguarda il numero e la collocazione degli esami, e modalità di svolgimento e di ripetizione degli stessi, il calendario degli appelli, sono mutuati dalle disposizioni stabilite dalla Scuola Politecnica e delle Scienza di Base.

3. Per tutti gli anni successivi, gli esami e le altre verifiche di profitto sono regolati dalle norme che seguono:
3.1. Periodi di esame. Gli studenti in corso possono sostenere prove di esame esclusivamente nel corso di tre “periodi di esame”, programmati, salvo variazioni straordinarie del calendario didattico, nei mesi di Gennaio/Febbraio, Giugno/Luglio e Settembre, con l’eccezione degli studenti iscritti all’ultimo anno del percorso normale di studi, per i quali vigono le seguenti disposizioni:
Gli allievi iscritti in corso all’ultimo anno possono sostenere prove di esame a partire dalla conclusione dei corsi del I semestre, anche al di fuori dei “periodi di esame” sopra identificati, seguendo la programmazione delle sedute di esame stabilita dalla CCD di concerto con i docenti. Gli studenti che si trovano in questa condizione possono sostenere pertanto:
– nei mesi da gennaio a maggio, gli esami in debito degli anni di corso precedenti nonché quelli del I semestre dell’ultimo anno;
– a partire dal mese di giugno, tutti gli esami.
Gli allievi iscritti fuori corso possono sostenere prove di esame durante tutto l’anno, secondo la programmazione delle sedute di esame stabilita dalla CCD di concerto con i docenti

3.2 Calendario degli esami. Le date di inizio/fine dei periodi di esami sono pubblicate unitamente al Calendario Didattico all’inizio dell’Anno Accademico. Il calendario dettagliato degli esami è pubblicato sul portale del Corso di Studi. In particolare, il calendario contenente gli appelli di esame del primo semestre di corsi e del primo periodo di esami (Gennaio/Febbraio) viene pubblicato entro il 30 Settembre di ogni anno; quello contenente gli appelli del secondo semestre di corsi e del secondo e terzo periodo di esami (Giugno/Luglio e Settembre) viene pubblicato entro il 28 Febbraio di ogni anno.

3.3 Numero di appelli e loro distribuzione. Per tutti gli insegnamenti curriculari, cioè quelli contenuti nella Tabella I (Didattica Programmata) del presente Regolamento, i docenti devono prevedere un numero minimo di appelli (“appelli garantiti”) che rispettino le seguenti regole.
– due appelli rispettivamente nel primo e nel secondo periodo di esami (Gennaio/Febbraio) e Giugno/Luglio); un appello nel terzo periodo di esami (Settembre); un appello rispettivamente nel I periodo di corsi e nel II periodo di corsi; – tra due appelli garantiti devono intercorrere almeno 20 giorni;

– i docenti possono aggiungere date di appello aggiuntive rispetto a quelle minime garantite, dandone tempestiva comunicazione al Coordinatore. Se comunicate in tempo utile, tali date saranno inserite nel calendario dettagliato degli esami pubblicato nei tempi previsti dal precedente comma 3.2. In ogni caso tute le date di esame dovranno essere opportunamente pubblicizzate sui rispettivi siti docenti;

– è a discrezione del docente, ma comunque raccomandato dalla CCD, prevedere, per i corsi di I semestre che terminino prima delle vacanze di Natale, un appello aggiuntivo da fissare in una dei giorni lavorativi compresi tra la fine delle lezioni e il 31 Dicembre.

3.4 Ripetizione dell’esame. Tutti gli studenti hanno il diritto di ripetere l’esame senza limiti nel numero di ripetizioni, purchè tra un appello sostenuto e il successivo siano trascorsi almeno 20 giorni

3.5 Accettazione e registrazione del voto di esame. Una volta pubblicato o reso noto allo studente il risultato dell’esame, egli può registrarlo entro la fine del periodo didattico utile successivo a quello in cui l’esame è stato sostenuto. Nel caso in cui sia trascorso tale termine, o nel caso in cui lo studente si ripresenti ad un appello successivo, il voto viene considerato rifiutato e quindi annullato. Per “ripresentarsi” si intende: per una prova orale, identificarsi e comunicare al docente che si intende risostenere l’esame; per una prova scritta, identificarsi e sedersi nell’aula prevista per l’esame.

4. Le prove di verifica effettuate in itinere sono inserite nell’orario delle attività formative; le loro modalità sono stabilite dal docente e comunicate agli allievi all’inizio del corso.
L’esame e/o le prove effettuate in itinere possono consistere in:
– verifica mediante questionario/esercizio numerico;

– relazione scritta;
– relazione sulle attività svolte in laboratorio;
– colloqui programmati;
– verifiche di tipo automatico in aula informatica.

5. In tutti i casi, il superamento dell’esame determina l’acquisizione dei corrispondenti CFU

DICMAPI

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento